Category Archives: Progetti

Periti meccanici: non solo Controllo Numerico

Prosegue il rapporto tra il Corso Meccanici e il prof. Bartoletti, noto organista spezzino, nell’ambito del Progetto Musica che coinvolge la Fondazione Carispe e l’Istituto Tecnico Industriale “G. Capellini” con le classi prime e seconde del Liceo Scientifico Tecnologico, coordinate dalla professoressa Stretti, e le classi terza e quarta del Corso Meccanici.

Il 24 marzo scorso le classi del Corso Meccanici, accompagnate dai Prof. Boni, Peroni e Riccobaldi e guidate dal Prof. Bartoletti, si sono recate a Lucca a visitare una delle più titolate fabbriche di organi in Italia, la fabbrica artigiana del maestro organaro Glauco Ghirlanda.

Gli ipertecnologici aspiranti periti meccanici sono rimasti sbalorditi nell’apprendere quanta meccanica ci fosse in un organo e quanta professionalità occorresse per assemblare le centinaia di componenti.

Le fasi di lavorazione, che portano al prodotto finito, iniziano dalla progettazione grafica realizzata a mano e pensata per il sito di accoglienza e continuano con la scelta dei materiali e la loro preparazione a ricevere i vari trattamenti.

Le domande degli studenti, rivolte al maestro organaro, vertevano principalmente sul funzionamento di un organo ma anche sulle tecniche di assemblaggio finale dei componenti e sulla taratura dello strumento nel luogo di destinazione finale.

L’organo in costruzione al momento della visita era destinato in Germania ed era in lavorazione da circa un anno e il maestro spiegava che occorreva ancora altrettanto tempo affinché l’organo fosse assemblato in tutte le sue parti ed accordato.

Quest’operazione rappresenta il ”clou” di tutto il processo, poiché l’artigiano modula le frequenze sonore emesse dallo strumento sulla base delle caratteristiche acustiche del luogo di destinazione e affidandosi alla sua particolare percezione uditiva; gli interventi di rifinitura sonora riguardano la limatura e l’incisione delle aperture delle canne dell’organo.

Gli organi del maestro Ghirlanda suonano all’interno di molte chiese europee, e la loro particolarità sta nel fatto che l’acustica di ogni singolo strumento è tarata sulle caratteristiche architettoniche e strutturali dello spazio in cui suona. Soltanto la sensibilità, l’esperienza e la competenza gli permettono la realizzazione di tutto questo.

Le macchine a Controllo Numerico potranno mai sostituire la raffinata sensibilità dell’essere umano?

Esami per il patentino

La sessione di esami per il conseguimento del Certificato di idoneità alla guida dei ciclomotori fino a 50 cc. (Patentino) si terrà Lunedì 6 aprile 2009 alle ore 14.30. I ragazzi che si sono iscritti alla prova dovranno trovarsi nell’atrio dell’Istituto – muniti di un documento di identità – almeno 15 minuti prima dell’orario prefissato per sostenere l’esame alla presenza di un funzionario della Motorizzazione civile.

Il servizio civile torna tra i banchi di scuola

Per il secondo anno consecutivo  il nostro istituto prenderà parte al progetto “Solidarietà, nuova compagna di scuola” (ex “Scuola Attiva”), che ha lo scopo di avvicinare i ragazzi al mondo del volontariato e del Servizio Civile. L’iniziativa è promossa dalla Regione Liguria e realizzata assieme alla Caritas Diocesana e all’ Associazione Volontari Centro di Crescita Comunitaria.

Nell’arco del corrente anno scolastico, 23 studenti, appartenenti alle classi terze e quarte, saranno impegnati, in orario curriculare ed extracurriculare, in 28 ore di formazione teorica con operatori esperti, su temi come l’educazione alla pace e alla non violenza, la gestione dei conflitti, l’educazione all’affettività. Tali incontri saranno seguiti da 32 ore di formazione pratica in piccoli gruppi, grazie alla quale i ragazzi potranno conoscere da vicino la realtà dei diversi centri-servizi gestiti da Caritas, tutte sedi accreditate di servizio civile.
L’esperienza aiuterà di certo  i partecipanti a crescere sul piano umano e a sviluppare una coscienza civile e solidale; inoltre, ognuno di essi riceverà un attestato di partecipazione riconosciuto come credito formativo per l’Esame di Stato, e un  bonus di 100 euro, erogato attraverso la scuola e spendibile per l’acquisto di libri di testo, abbonamenti teatrali  o organizzazione di viaggi-studio.

Strada sicura

Iniziano il 18 novembre 2008 i corsi per il conseguimento del Certificato di idoneità alla guida dei ciclomotori fino a 50 cc. (Patentino).

Anche quest’anno le 8 ore di "Educazione alla legalità e alla convivenza civile" verranno svolte in orario pomeridiano extracurricolare e gestite da alcuni docenti della scuola.

Un’utile risorsa per gli studenti è costituita da Webpatentino del prof. Roberto Mastri. Un ambiente di simulazione (consultabile on line) degli esami per il patentino.

Calendario dei corsi

Calendario dei corsi per il conseguimento del Patentino a.s. 2008-2009
  data Corso A Corso B Corso C
1 18.11.2008 Polizia Municipale Polizia Municipale Polizia Municipale
2 25.11.2008 Polizia Municipale Polizia Municipale Polizia Municipale
3 02.12.2008 Prof.ssa Milano Prof.ssa Campisi Prof. Silvestri
4 09.12.2008 Prof. U. Ricci Prof.ssa Milano Prof.ssa Campisi
5 16.12.2008 Prof. Silvestri Prof. U. Ricci Prof.ssa Milano
6 18.12.2008 Prof.ssa Campisi Prof. Silvestri Prof. U. Ricci
 
7 13.01.2009 Autoscuola Ligure Autoscuola Spezzina Autoscuola Federica
8 20.01.2009 Autoscuola Ligure Autoscuola Spezzina Autoscuola Federica
9 27.01.2009 Autoscuola Ligure Autoscuola Spezzina Autoscuola Federica
10   Croce Rossa Italiana Croce Rossa Italiana Croce Rossa Italiana

Normativa

In ottemperanza alle direttive ministeriali (D.M. MIT 30.06.2003 e Nota MPI n. 4355/A2 del 31.10.2003) l’Istituto organizza (su richiesta degli alunni) i corsi per il conseguimento del certificato di idoneità alla guida dei ciclomotori (fino a 50cc.).

I corsi possono essere frequentati dai giovani nella fascia di età compresa tra i 14 e i 18 anni dietro specifica richiesta firmata dai genitori o da chi ne fa le veci. La frequenza è obbligatoria; nel caso il numero di assenze superi le tre ore, il corso dovrà essere frequentato di nuovo integralmente.

I contenuti dei corsi sono stabiliti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e riguardano argomenti sia di natura strettamente tecnica sulla segnaletica stradale e le norme di comportamento alla guida, sia di vera e propria educazione al rispetto della legge e alla convivenza civile.

Gli argomenti da trattare sono i seguenti:

  1. segnali di pericolo e segnali di precedenza
  2. segnali di divieto
  3. segnali di obbligo
  4. segnali di indicazione e pannelli integrativi
  5. norme sulla precedenza
  6. norme di comportamento
  7. segnali luminosi, segnali orizzontali
  8. cause di incidenti stradali e comportamento dopo gli incidenti, assicurazione
  9. elementi del ciclomotore e loro uso
  10. comportamenti alla guida del ciclomotore e uso del casco
  11. valore e necessità della regola
  12. rispetto della vita e comportamento solidale
  13. la salute
  14. rispetto dell’ambiente

Questi argomenti devono essere trattati nel programma dei corsi per un numero di ore specificato come segue:

  • Norme di comportamento: 4 ore
  • Segnaletica ed altre norme di comportamento: 6 ore
  • Educazione e rispetto della legge: 2 ore
  • Educazione alla convivenza civile: 8 ore

Per conseguire il patentino occorre superare un Esame teorico che consiste in un questionario di 10 domande su tutti gli argomenti del corso.

La prova si intende superata con al massimo quattro risposte errate su trenta.

Per ulteriori informazioni, consultare il sito web predisposto dal Ministero della Pubblica Istruzione.

Laboratorio ITIS

L’Istituto Tecnico Industriale Statale G. Capellini, il Liceo Scientifico A. Pacinotti, l’Istituto Comprensivo di Castelnuovo, Presidi Territoriali per i piani nazionali ISS e " onclick="window.open(this.href);return false" onkeypress="window.open(this.href);return false" href="http://www.siscas.net/matabel/">, nell’ambito della propria autonomia, organizzano nelle rispettive sedi una serie di eventi di divulgazione scientifica. In particolare l’Istituto G. Capellini per il periodo da martedì 7 ottobre a lunedì 13 ottobre organizza una serie di attività laboratoriali rivolte agli insegnanti e studenti delle scuole elementari e medie e ai cittadini tutti. L’approccio alla maggior parte delle attività proposte è del tipo interattivo e per scoperta. Il visitatore viene accompagnato attraverso semplici esperienze svolte singolarmente o in piccoli gruppi alla scoperta di fenomeni scientifici, alla conoscenza di processi tecnologici. Ogni attività è svolta nella stretta osservanza delle norme di sicurezza.

Orario visite e prenotazioni

Le visite sono previste nei seguenti orari:

Mattino dei giorni feriali dal 7 al 13 ottobre
Fascia 1 dalle 8:00 alle 10:15 (Gruppi scuole)
Fascia 2 dalle 10.45 alle 13:00 (Gruppi scuole)

Pomeriggio dei giorni 7, 9, 10 ottobre
dalle 14:00 alle 16:00 (Gruppi scuole e visitatori privati)

E’ possibile accedere ad un solo laboratorio per ciascuna fascia oraria.

I visitatori privati non necessitano di prenotazione.

Per prenotazioni telefonare ai numeri 0187/502217 e 0187/507042

Laboratori proposti

Laboratorio di Fisica
codice Titolo Descrizione
LAF1 Da Galilei all’autovelox La riproposizione dell’esperienza di Galilei del moto lungo il piano inclinato con materiali "poveri"Il moto in assenza d’attrito con la rotaia a cuscino d’aria Lo studio dei moti "rapidi" tramite i trasduttori e le moderne apparecchiature di acquisizione dati
LAF2 Cerchiamo di essere equilibrati! La deformazione elastica e i dinamometri Equilibrio di un punto sottoposto a più forze (regola del parallelogramma) Ricerca della condizione d’equilibrio per un’asta infulcrata
LAF3 Luce, colore e visione Giochi di riflessione e rifrazione della luce Scomposizione della luce con lo spettroscopio Formazione delle immagini con lenti e specchi
LAF4 Fluido come l’aria o l’acqua Le proprietà dei fluidi: principio di Pascal Fenomeni connessi con la pressione atmosferica Cadere o galleggiare: verifichiamo la legge d’Archimede
LAF5 Piccoli lavoretti con l’elettricità Costruzione di circuiti elettrici elementari con utilizzatori in serie e parallelelo Il magnetismo: magnetismo terrestre, realizzazione di elettromagneti, esplorazione di campi magnetici, forze di origine magnetica
Laboratorio di Chimica
codice Titolo Descrizione
LAC1 Luce colore e visione: Tanti colori insieme Cambiamo colore Quando fa caldo? La clorofilla è sempre verde? Le reazioni proposte si basano sul cambiamento di colore identificativo di trasformazioni della materia e considerano sostanze di uso quotidiano
LAC2 Chi è acido? Chi è basico? E i neutri esistono? Identificazione di sostanze acide, basiche, neutre sia di utilizzo quotidiano che presenti in laboratorio attraverso indicatori e misure con pHmetro
LAC3 Caldo-caldo Freddo-freddo Sviluppo di gas e trasporto di piccoli corpi solidi Varie tipologie di reazioni: esotermiche, endotermiche, di precipitazione, di ossidazione
LAC4 Fiamme colorate Gli elementi opportunamente eccitati da una sorgente di energia emettono radiazioni caratteristiche dell’elemento, la fiamma del becco di Bunsen evidenzia quelle di maggiore intensità
LAC5 Facciamo camminare una macchinina senza benzina Attraverso il dispositivo di Hoffmann si ottiene idrogeno dall’acqua con processo elettrolitico. Con una cella a combustibile alimentata ad idrogeno si ottiene energia che viene utilizzata per far percorrere un determinato tratto alla macchinina
Laboratorio di Biologia
codice Titolo Descrizione
BIO1 Le cellule al microscopio Allestimento e osservazione diretta da parte di ciascun allievo di preparati con e senza colorazione (cloroplasti nelle cellule di Elodea, granuli di amido nelle cellule di patata e stomi nelle foglie dei gerani, cellule del lievito di birra e spori nelle felci)
BIO2 Analisi degli alimenti Individuare la presenza di amido o glucosio in: pane , pasta , riso , mela, patate, chicco uva, farine)
BIO3 I tessuti del corpo umano al microscopio Osservazione al microscopio di tessuti dei vari apparati del corpo umano (osseo, muscolare, sangue, cartilagineo)
BIO4 I lieviti e la fermentazione L’osmosi Descrizione della cellula di lievito e dimostrazione della produzione di anidride carbonica Fenomeno dell’osmosi nelle foglie di Elodea
Laboratorio CAD
codice Titolo Descrizione
CAD1 Disegnare senza matita Primo approccio al disegno tecnico assistito al computer
Laboratorio Tecnologico
codice Titolo Descrizione
LAT1 Tirare, deformare e spezzare Prove meccaniche sui materiali metallici
Laboratorio di Elettronica
codice Titolo Descrizione
ET1 Semplici realizzazioni nel laboratorio di elettronica Modello didattico di stazione meteorologica con indicazione della direzione del vento, anemometro, termometro Trasmissione e ricezione di segnali ad infrarossi e ultrasuoni Visualizzazione della forma d’onda della voce umana tramite plotter La trasmissione e la ricezioni di segnali radio
Laboratorio di Elettrotecnica
codice Titolo Descrizione
EL1 Termografia Impianto semaforico Impianti civili e industriali Le caratteristiche essenziali del mondo attorno a noi sono spesso nascoste allo sguardo e traspaiono soltanto ad una visione più approfondita e particolare. Con la Termografia ci è offerta l’opportunità il nostro corpo, il nostro ambiente di vita, i nostri luoghi di lavoro con "nuovi occhi elettronici" che scoprono caratteristiche essenziali e solitamente non visibili. Simulazione di un impianto semaforico che regola il traffico nell’incrocio Viale S. Bartolomeo – Viale Italia. Realizzazione pratica di Impianti civili e industriali con pannelli didattici: accensione e spegnimento di lampade da più punti, avviamento temporizzato di due motori, etc.
Laboratorio di Informatica
codice Titolo Descrizione
INF1 Robottiamo! Musica maestro Sperimentazione di piccoli robot: proviamo a programmarli Giochiamo con le potenzialità dell’informatica musicale
INF2 Videogiochiamo in casa Su un altro pianeta Videogiochi costruiti da studenti. Descrizione del funzionamento e della realizzazione Simulazione al computer del sistema solare da Dante ad oggi
Laboratorio MediaLab
codice Titolo Descrizione
MLAB1 Trucchiamo la TV! Sperimentazione di trucchi televisivi nello studio TV Medialab
Inserisci il tuo codice utente ID di google analytics del tipo: UA-19001110-1