Il laboratorio ITIS visto… da fuori

Gli alunni della classe 1ª E (sede A. Frank) della Scuola secondaria di primo grado "Pellico-Frank" che hanno partecipato alle iniziative di divulgazione scientifica proposte dall’ITIS Capellini nel mese di ottobre 2008 hanno realizzato una simpatica presentazione che sintetizza la loro visita al Laboratorio Tecnologico, dove il prof. Risi li ha accolti, ha mostrato loro alcune prove meccaniche sui materiali metallici e ha messo in funzione la straordinaria macchina a controllo numerico.

Ecco la presentazione realizzata dagli alunni della classe 1ª:

Progetto IFTS 2009

Da lunedì 1 giugno 2009 sono aperte le iscrizioni per il nuovo corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) Tecnico superiore di disegno e progettazione industriale organizzato dal Cisita e che vede l’ITIS Capellini come partner assieme ad altri istituti tecnici della città, l’Università di Genova, il Polo Universitario della Spezia, Confindustria, Formimpresa, il CNA e la Confartigianato. La brochure del corso è reperibile sul sito web del Cisita per prendere visione del bando e delle domande di iscrizione.

La nuova offerta formativa post secondaria (IFTS) pianificata dalla Regione Liguria prevede altri interessanti percorsi che partiranno contemporaneamente a settembre  nelle diverse province liguri. Per maggiori informazioni su tutta l’offerta IFTS 2009 per la Liguria si può consultare il portale io studio Liguria seguendo il percoso: Home/ FORMAZIONE/ sistema di istruzione tecnica superiore/percorsi 2009

Alternanza Scuola Lavoro

Si è svolto mercoledì 27/05/2009 presso la sede di Confindustria La Spezia un incontro organizzato dall’Istituto Tecnico Industriale Statale “Giovanni Capellini” in occasione del termine delle attività inerenti i Progetti di Alternanza Scuola Lavoro 2008-2009. Il focus, orientato a sottolineare l’importante valenza formativa dello strumento “Alternanza” e la reale occasione di raccordo tra Sistema Formativo Scolastico e Sistema Produttivo del territorio, ha rappresentato un momento importante di riflessione e condivisione della positiva esperienza cha ha visto protagonisti numerosi studenti, docenti e referenti aziendali.

L’Alternanza Scuola Lavoro rappresenta una innovativa metodologia didattica del sistema dell’Istruzione, utilizzata per gli studenti che hanno compiuto il sedicesimo anno di età, che prospetta la possibilità di realizzare gli studi del secondo ciclo anche alternando periodi di studio e di lavoro. Tale prospettiva consente di motivare e orientare gli studenti, diffondere la cultura del lavoro e far acquisire competenze spendibili nel mondo delle aziende e delle professioni.

L’esigenza di un superamento della separazione tra momento formativo e momento applicativo e le prospettive di queste importanti occasioni di effettiva interazione fra la scuola ed il mondo del lavoro, vedono armai da tempo l’ITIS Capellini impegnato nel sostenere iniziative e collaborazioni tese a favorire lo sviluppo di un complessivo sistema di istruzione e formazione del territorio, attento alle dinamiche dei sistemi produttivi ed alle evoluzioni della cultura tecnologica e scientifica.

L’esperienza e l’impegno dell’ITIS Capellini diretto del Preside Prof. Luigi Gianelloni e quelli di molte altre istituzioni scolastiche della provincia che, assieme all’ITIS Scuola Polo, condividono “in rete” un gruppo di lavoro territoriale sull’Alternanza Scuola Lavoro, testimoniano la comune forte determinazione di tutte le scuole spezzine, nell’affrontare ed accompagnare le ineludibili trasformazioni e gli sviluppi dei processi di istruzione e formazione.

La particolare esperienza di alternanza scuola lavoro che si è conclusa ha visto protagonisti diversi studenti delle classi 3, 4 e 5 delle diverse specializzazioni di MECCANICA – ELETTRONICA – ELETTROTECNICA – NAVALMECCANICA – INFORMATICA ed ha coinvolto direttamente numerose aziende di diversi settori che hanno supportato con grande disponibilità e competenza e particolare sensibilità le attività di stage e di formazione in azienda fra cui: ACAM S.P.A., APAI S.R.L., BI.NAV. CONSULTING S.R.L., CABLOTECNICA S.R.L., C.E.E. S.R.L., C.S.G. PROJECT S.R.L., C.T.S CENTRO TECNOLOGICO SPERIMENTALE S.R.L.,CANTIERE SAN LORENZO S.P.A., CANTIERE SAN MARCO S.R.L., CANTIERE NAVALI BAGLIETTO S.P.A., CARPEN S.R.L., CELIN S.R.L., CONTE & GALLOTTI ENGINEERING & DESIGN S.R.L., I.G.M. S.R.L., COMUNE DELLA SPEZIA, INTERMARINE S.P.A., ISSELNORD S.R.L., LA SPEZIA CONTAINER TERMINAL S.P.A., MARBEL IMPIANTI, NUOVI CANTIERI APUANIA S.P.A., POSITIVE GOING S.A.S., PROJECT DESIGN S.R.L., PROSHIP S.R.L., S.C.I. S.A.S., S.I.A.N.I S.R.L., S.T.N. STUDIO TECNICO NAVALE S.R.L., SIGEST S.R.L., TECNODESIGN S.R.L., UNIPROGET S.R.L., YACHT SHIP & TECHNOLOGY S.R.L.

Fondamentale, naturalmente, il contributo dei docenti tutor della scuola Prof. Francesco Corbani, Prof.ssa Simonetta Presa, Prof. Giorgio Boni, Prof. Renato Chiappini, Prof. Claudio Marini che hanno accompagnato il percorso formativo degli allievi in tutte le diverse fasi. Importante inoltre il supporto organizzativo e la supervisione del Prof. Maurizio Ligorio Referente dell’Istituto per i progetti in rete e del Prof. Alberto Pistelli Funzione Strumentale per la realizzazione di progetti formativi con enti esterni.

Apprezzamenti ed incoraggiamenti per l’impegno e l’entusiasmo dimostrato dagli studenti e per l’importanza strategica di queste iniziative sono stati sottolineati dall’Assessore Paola Sisti della Provincia della Spezia e dal Dott. Marco Raffellini di Confindustria La Spezia nonché da vari referenti aziendali presenti all’incontro.

Piano ISS – Materiali didattici

Sono stati inseriti due nuovi materiali didattici sviluppati dalla prof.ssa Natalina Capuzzi con la classe 3 ST A. Si tratta di due presentazioni che sintetizzano le attività svolte durante una uscita didattica presso la spiaggia della Venere azzurra a Lerici.

Periti meccanici: non solo Controllo Numerico

Prosegue il rapporto tra il Corso Meccanici e il prof. Bartoletti, noto organista spezzino, nell’ambito del Progetto Musica che coinvolge la Fondazione Carispe e l’Istituto Tecnico Industriale “G. Capellini” con le classi prime e seconde del Liceo Scientifico Tecnologico, coordinate dalla professoressa Stretti, e le classi terza e quarta del Corso Meccanici.

Il 24 marzo scorso le classi del Corso Meccanici, accompagnate dai Prof. Boni, Peroni e Riccobaldi e guidate dal Prof. Bartoletti, si sono recate a Lucca a visitare una delle più titolate fabbriche di organi in Italia, la fabbrica artigiana del maestro organaro Glauco Ghirlanda.

Gli ipertecnologici aspiranti periti meccanici sono rimasti sbalorditi nell’apprendere quanta meccanica ci fosse in un organo e quanta professionalità occorresse per assemblare le centinaia di componenti.

Le fasi di lavorazione, che portano al prodotto finito, iniziano dalla progettazione grafica realizzata a mano e pensata per il sito di accoglienza e continuano con la scelta dei materiali e la loro preparazione a ricevere i vari trattamenti.

Le domande degli studenti, rivolte al maestro organaro, vertevano principalmente sul funzionamento di un organo ma anche sulle tecniche di assemblaggio finale dei componenti e sulla taratura dello strumento nel luogo di destinazione finale.

L’organo in costruzione al momento della visita era destinato in Germania ed era in lavorazione da circa un anno e il maestro spiegava che occorreva ancora altrettanto tempo affinché l’organo fosse assemblato in tutte le sue parti ed accordato.

Quest’operazione rappresenta il ”clou” di tutto il processo, poiché l’artigiano modula le frequenze sonore emesse dallo strumento sulla base delle caratteristiche acustiche del luogo di destinazione e affidandosi alla sua particolare percezione uditiva; gli interventi di rifinitura sonora riguardano la limatura e l’incisione delle aperture delle canne dell’organo.

Gli organi del maestro Ghirlanda suonano all’interno di molte chiese europee, e la loro particolarità sta nel fatto che l’acustica di ogni singolo strumento è tarata sulle caratteristiche architettoniche e strutturali dello spazio in cui suona. Soltanto la sensibilità, l’esperienza e la competenza gli permettono la realizzazione di tutto questo.

Le macchine a Controllo Numerico potranno mai sostituire la raffinata sensibilità dell’essere umano?

Inserisci il tuo codice utente ID di google analytics del tipo: UA-19001110-1