Periti meccanici: non solo Controllo Numerico

Prosegue il rapporto tra il Corso Meccanici e il prof. Bartoletti, noto organista spezzino, nell’ambito del Progetto Musica che coinvolge la Fondazione Carispe e l’Istituto Tecnico Industriale “G. Capellini” con le classi prime e seconde del Liceo Scientifico Tecnologico, coordinate dalla professoressa Stretti, e le classi terza e quarta del Corso Meccanici.

Il 24 marzo scorso le classi del Corso Meccanici, accompagnate dai Prof. Boni, Peroni e Riccobaldi e guidate dal Prof. Bartoletti, si sono recate a Lucca a visitare una delle più titolate fabbriche di organi in Italia, la fabbrica artigiana del maestro organaro Glauco Ghirlanda.

Gli ipertecnologici aspiranti periti meccanici sono rimasti sbalorditi nell’apprendere quanta meccanica ci fosse in un organo e quanta professionalità occorresse per assemblare le centinaia di componenti.

Le fasi di lavorazione, che portano al prodotto finito, iniziano dalla progettazione grafica realizzata a mano e pensata per il sito di accoglienza e continuano con la scelta dei materiali e la loro preparazione a ricevere i vari trattamenti.

Le domande degli studenti, rivolte al maestro organaro, vertevano principalmente sul funzionamento di un organo ma anche sulle tecniche di assemblaggio finale dei componenti e sulla taratura dello strumento nel luogo di destinazione finale.

L’organo in costruzione al momento della visita era destinato in Germania ed era in lavorazione da circa un anno e il maestro spiegava che occorreva ancora altrettanto tempo affinché l’organo fosse assemblato in tutte le sue parti ed accordato.

Quest’operazione rappresenta il ”clou” di tutto il processo, poiché l’artigiano modula le frequenze sonore emesse dallo strumento sulla base delle caratteristiche acustiche del luogo di destinazione e affidandosi alla sua particolare percezione uditiva; gli interventi di rifinitura sonora riguardano la limatura e l’incisione delle aperture delle canne dell’organo.

Gli organi del maestro Ghirlanda suonano all’interno di molte chiese europee, e la loro particolarità sta nel fatto che l’acustica di ogni singolo strumento è tarata sulle caratteristiche architettoniche e strutturali dello spazio in cui suona. Soltanto la sensibilità, l’esperienza e la competenza gli permettono la realizzazione di tutto questo.

Le macchine a Controllo Numerico potranno mai sostituire la raffinata sensibilità dell’essere umano?

Olimpiadi delle Scienze naturali

Il 31 marzo 2009 alcuni studenti dell’Itis Capellini hanno partecipato alla fase regionale delle Olimpiadi delle Scienze Naturali che si è svolta presso l’ITIS Calvino di Genova. Si sono classificati al primo posto per il biennio Sirio Griva (2 ST A) e per il triennio Luca Cinquanta (5 ST A).
Nelle giornate dell’8, 9 e 10 maggio gli alunni vincitori sosterranno la prova nazionale delle Olimpiadi presso l’Istituto Internazionale Vesuviano di Castellammare di Stabia ospiti dell’ANISN (Associazione Nazionale degli Insegnanti di Scienze Naturali).

Energizziamo la scuola

Presentazione

Queste schede nascono dalla collaborazione tra la Regione – attraverso ARE Liguria -, la Direzione Scolastica Regionale ed alcune scuole della Liguria, che insieme, in un progetto pilota, hanno definito un percorso di educazione all’energia per le secondarie superiori articolato su aspetti sia teorici che pratici. Si è trattato di un importante momento di confronto che ci ha permesso di toccare con mano l’interesse e l’entusiasmo di ragazzi e professori verso la trattazione e l’inserimento dei temi energetici nella programmazione didattica. Da questo lavoro sono nate una serie di schede tematiche che ci permettono non solo di divulgare contenuti tecnici e scientifici innovativi e di estrema attualità, ma anche di affrontare la tematica nel suo insieme evidenziando le implicazioni e le interdipendenze fra i diversi ambiti sottesi, ovvero tecnologia, ambiente, sviluppo, geo-politica ed economia incrementando così il senso critico dei nostri giovani. Nel frattempo li potremo educare a comportamenti e scelte più oculate per un futuro da cittadini consapevoli e attenti.

Massimiliano Costa
Vicepresidente Regione Liguria
e Assessore all’Istruzione e Formazione

Il materiale che proponiamo, elaborato e testato da insegnanti e studenti, esperti di settore e tecnici di ARE Liguria, è suddiviso in schede tematiche e tocca tutti gli aspetti dell’energia: dai principi fondamentali, alle fonti fossili e quelle rinnovabili, l’efficienza energetica in tutti i comparti produttivi e della vita, il quadro normativo, il cambiamento climatico, le riserve e i consumi a partire dal livello mondiale a quello locale. Ogni scheda, oltre alla parte descrittiva, include interessanti casi studio che mostrano applicazioni concrete, ma anche curiosità, link bibliografici e esercizi di verifica. Essendo concepite per essere indipendenti le une dalle altre, le schede possono essere utilizzate dagli insegnanti con la massima flessibilità, estrapolando eventualmente solo gli argomenti di interesse per ciascuna classe e ciascun anno scolastico.

Nella formulazione delle schede abbiamo seguito un diverso approccio sulla base del tema trattato; alcune sono più discorsive, altre più tecniche, al fine di renderle adatte a ciascun tipo di scuola secondaria superiore ma anche alle diverse materie scolastiche, siano esse geografia, storia, diritto, scienze, matematica o tecnica, nella certezza che la tematica energetica possa e debba essere affrontata dai vari punti di vista per essere compresa appieno. Ecco perché diciamo che si tratta di una materia trasversale.

La scelta di optare per una distribuzione in formato digitale deriva dalla volontà di facilitare la massima divulgazione ma soprattutto di permettere alle classi di rielaborare i contenuti secondo necessità e di agevolare l’aggiornamento degli stessi con eventuali nuovi documenti e bibliografia.
Buon lavoro!

Maria Fabianelli
Amministratore delegato ARE Liguria

If you can see this, then you might need a Flash Player upgrade or you need to install Flash Player if it's missing. Get Flash Player from Adobe.

Apprendere per competenze: materiali didattici

  • Sul sito web dell’Istituto Fossati-Da Passano è possibile scaricare il "Diario di bordo" del Consiglio di classe della 1ªC riguardo alle innovazioni didattiche previste dalle nuove indicazioni del ministero circa l’obbligo formativo.
If you can see this, then you might need a Flash Player upgrade or you need to install Flash Player if it's missing. Get Flash Player from Adobe.

Esami per il patentino

La sessione di esami per il conseguimento del Certificato di idoneità alla guida dei ciclomotori fino a 50 cc. (Patentino) si terrà Lunedì 6 aprile 2009 alle ore 14.30. I ragazzi che si sono iscritti alla prova dovranno trovarsi nell’atrio dell’Istituto – muniti di un documento di identità – almeno 15 minuti prima dell’orario prefissato per sostenere l’esame alla presenza di un funzionario della Motorizzazione civile.

Inserisci il tuo codice utente ID di google analytics del tipo: UA-19001110-1